Atac, venerdì nero per i trasporti a Roma: stop di 24 ore per metro, bus, tram e ferrovie


Venerdì nero per i trasporti a Roma visto che ci sarà uno sciopero di 24 ore dalle 8:30 alle 17:00 dalle 20:00 alla fine dei servizi proclamato dai sindacati  Usb, Faisa-Confail, Orsa-Tpl e Fast-Confsal Mobilità. A protestare non saranno soltanto i mezzi Atac, ma anche quelli di Roma TPL e saranno a rischio Dunque tutti i servizi di bus metro, tram e ferrovie regionali. Le Organizzazioni autonome pare contestino la gestione del trasporto pubblico locale da parte del Campidoglio così come l’accordo sottoscritto da Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Faisa Cisal a novembre. Lo sciopero prevede le consuete fasce di garanzia e dunque il servizio sulla rete ATAC non sarà garantito sulle linee notturne nella notte 11/12 gennaio dalle ore 8:30 alle ore 17:00 dalle ore 20:00 al termine del Servizio diurno.

Nelle stazioni delle linee metro ferroviarie che resteranno eventualmente aperte non sarà comunque garantito il servizio di scale mobili, montascale ed ascensori e non sarà neppure garantito il servizio delle biglietterie Atac. Stringono Dunque i tempi per la scadenza del 26 gennaio quando si dovrà presentare il nuovo piano di rientro dai debiti. L’assessore Linda Meleo avverte che serve una proroga del contratto ATAC Roma capitale fino al 2021 oppure sarà bloccato. Entro il 26 gennaio l’azienda dovrà presentare i giudici fallimentari con con piano di rientro così come la strategia per poter pagare i creditori.

I tempi stringono visto che prima di questa scadenza ovvero del 26 gennaio pare ci siano parecchi nodi da sciogliere. Il sindacato denuncia anche come la situazione del Trasporto Pubblico dato in affidamento alle aziende private “non offra garanzie ai cittadini di un servizio qualitativamente migliore e non garantisca i lavoratori costretti tutti i mesi a tirare il collo insieme alle loro famiglie perché gli stipendi non vengono pagati nelle date prefissate. La politica tutta, Governo, Regione e Comune, deve lavorare per la costruzione di un’unica Azienda Regionale di Trasporto Pubblico, eliminando i debiti di Atac e includendo anche la fetta di Trasporto data oggi alle aziende private, per offrire un vero servizio di qualita’ e di efficienza nel rispetto dei diritti dei lavoratori”. 

A causa dello sciopero, dunque, nella giornata di oggi venerdì 12 gennaio 2018 saranno a rischio stop dalle ore 8,30 alle 17 e poi dalle 20 a fine servizio diurno, bus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Civitacastellana-Viterbo e le linee periferiche gestite da Roma Tpl. Rispettate le consuete fasce i garanzia, con il servizio assicurato fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20. Riguardo la rete dei bus notturni, sarà a rischio stop nella notte tra giovedì 11 e venerdì 12 gennaio. Le fasce garantite saranno invece le seguenti, ovvero dalle ore 6.30 alle 8.30 e dalle 17.00 alle 20.00. Lo sciopero “risulta formalmente proclamato nel rispetto delle regole previste dalla legge e dalla disciplina di settore“, spiega una nota del Garante.



Source link