Primarie Pd, è già caos. Il sindaco di Bari denuncia brogli: “Fuori dai seggi c’è chi raccoglie ricevute come prova di avvenuto voto”


Si vota anche per il rinnovo del’assemblea nazionale dalle 8 di questa mattina fino alle 20 di stasera. Per Emiliano, Bari e la Puglia rappresentano un banco di prova.

Di Vincenzo Damiani, Gino Martina

Il popolo del Partito democratico è chiamato oggi a scegliere il nuovo segretario e l’assemblea nazionale attraverso il voto espresso nelle primarie. I candidati sono il segretario uscente, l’ex presidente del Consiglio, Matteo Renzi, l’ex ministro dell’Ambiente e della Giustizia, Andrea Orlando, e il governatore della Puglia, Michele Emiliano. Per quest’ultimo il banco di prova è dimostrare quanto peso abbia elettoralmente nella sua regione e a livello nazionale.

Caos nei seggi: “Fuori c’è chi raccoglie ricevute come prova di avvenuto voto”

Ma in alcuni seggi è già caos, a denunciarlo il sindaco di Bari, Antonio Decaro, che sostiene Renzi: “Arrivano segnalazioni – scrive sulla sua pagina facebook – della presenza di persone fuori da alcuni seggi che raccolgono le ricevute come prova di avvenuto voto. Questa pratica, che purtroppo era stata già riscontrata durante le primarie per il candidato sindaco del 2014, ci costrinse a sospendere il rilascio delle ricevute per interrompere qualsiasi possibile contaminazione del voto. Tutto questo non ha nulla a che vedere con la libera manifestazione del voto della stragrande maggioranza dei partecipanti alle primarie del Partito democratico, che in tutta Italia stanno affollando seggi e piazze. Il popolo del Pd va avanti, certo che queste situazioni non ci faranno mai rinunciare a questa straordinario momento di partecipazione democratica”.

L’allarme di Emiliano

Allarme irregolarità: il governatore pugliese e candidato alla segreteria Pd, Michele Emiliano nel giorno delle primarie lancia un appello attraverso il suo profilo Facebook. “Invito tutti i presidenti di seggio e i membri dei seggi elettorali a sorvegliare attentamente per evitare ogni forma di mercimonio intorno alle elezioni primarie. Come sempre succede mi arrivano segnalazioni in tal senso e vi ricordo che potete filmare con il telefonino qualunque scena sospetta sulla quale effettuare nuovi accertamenti”. E’ quanto scrive sul suo profilo social Emiliano. “In questi casi – avverte – potete anche richiedere l’intervento delle forze dell’ordine se ritenete che siano state commesse irregolarità. Tutti i votanti devono pretendere, come da regolamento, il rilascio della ricevuta attestante l’effettuazione del voto e la consegna dei 2 euro al fine di evitare brogli sull’affluenza al voto ed eventuale appropriazione del denaro versato”. “Se i presidenti di seggio non dovessero rilasciare le ricevute – ribadisce Emiliano – potete chiedere l’intervento delle forze dell’ordine”.



Source link

LEAVE A REPLY